FAQ - DOMANDE E RISPOSTE SUL SISTEMA DI PRENOTAZIONE REGIONALE VACCINO ANTI COVID-19


No, l'adesione alla vaccinazione è libera e volontaria.

Per informazioni di carattere sanitario rivolgersi al proprio medico di fiducia, prima di effettuare la prenotazione.

Per le persone di età maggiore o uguale a 80 anni, o che comunque compiranno 80 anni nel 2021, la Regione Lazio ha attivato un sistema che permette di prenotare la somministrazione gratuita della prima e seconda dose del Vaccino Anti Covid-19.

Il sistema di prenotazione è accessibile via web tramite l'indirizzo https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it oppure tramite SaluteLazio.it  
È disponibile un servizio telefonico di assistenza alla prenotazione tramite il numero 06.164.161.841.

Il servizio web è attivo tutti i giorni in qualsiasi orario. Il servizio telefonico di assistenza alla prenotazione 06.164.161.841 è attivo dal lunedì al venerdì con orario 7.30 - 19.30, sabato con orario 7.30 - 13.00.

Il servizio è rivolto a tutti i cittadini assistiti della Regione Lazio di età maggiore o uguale a 80 anni, o che comunque compiranno 80 anni nel 2021. La prenotazione può esser fatta anche da un familiare, un parente o un congiunto, ovviamente con l'assenso della persona che si vuole vaccinare.

Le persone over 80 con motivi accertati di non autosufficienza dovranno rivolgersi al Numero Verde 800.118.800 Attivo 7 giorni su 7 dalle ore 8 alle 20. Tramite questo servizio sarà possibile trasferire la richiesta di vaccinazione a domicilio all'Asl competente.

No, le persone residenti e assistite in un'altra regione non possono prenotare nel Lazio.

Soltanto le persone che hanno un medico di famiglia nel territorio regionale possono prenotare la vaccinazione; pertanto, le persone temporaneamente domiciliate e assistite da un Medico di Medicina Generale presso una ASL del Lazio possono prenotare la vaccinazione.

No, si accede al sistema attraverso il Codice Fiscale.

Il servizio è riservato alla prenotazione della somministrazione gratuita della prima e seconda dose del Vaccino Anti Covid-19.

Le strutture presso cui è attivo il servizio sono quelle indicate dal sistema in fase di prenotazione, sono 89 e verranno ulteriormente incrementate secondo la disponibilità dei vaccini.

No, si può scegliere solamente il giorno e prenotare la prima disponibilità della giornata.

No, la ricetta non è richiesta.

No, il sistema prenota contestualmente gli appuntamenti per la prima e per la seconda dose.

Occorre stampare il promemoria della prenotazione, con il numero dell'appuntamento, la data e l'orario dello stesso. Se non si è scaricato il promemoria al momento della prenotazione, è possibile farlo anche in un secondo momento dalla homepage del sito (https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it) cliccando su "Gestisci appuntamenti" e inserendo il proprio codice fiscale e il numero appuntamento. L'utente che ha eseguito la prenotazione riceverà un SMS, 72 ore prima dell'appuntamento fissato.

Se non si è scaricato il promemoria al momento della prenotazione, è possibile farlo in un secondo momento dalla homepage del sito (https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it), cliccando su "Gestisci appuntamenti" e inserendo il proprio codice fiscale e numero appuntamento.

Occorre presentarsi al punto di somministrazione, nel giorno e nell'orario dell'appuntamento, portando il promemoria della prenotazione, la tessera sanitaria e un documento d'identità. Se l'interessato è sottoposto a tutela, dovrà presentarsi accompagnato dai soggetti titolari della responsabilità giuridica. Se non si è scaricato il promemoria al momento della prenotazione, è possibile farlo in un secondo momento dalla homepage del sito (https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it) cliccando su "Gestisci appuntamenti" e inserendo il proprio codice fiscale e il numero appuntamento.

Per la prima somministrazione, è possibile disdire o spostare l'appuntamento autonomamente dal sito https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it cliccando su "Gestisci appuntamenti" e inserendo il proprio codice fiscale e il numero appuntamento. Per disdire o spostare l'appuntamento per la seconda somministrazione, è necessario rivolgersi al Contact Center dedicato telefonando al numero 06.164.161.841.

 

Cosa succede dopo la vaccinazione: alcune domande

 

Gli studi clinici condotti sui vaccini oggi disponibili hanno dimostrato la loro elevata efficacia nel prevenire i sintomi della malattia COVID-19. Non è ancora noto se le persone vaccinate possono comunque essere contagiate in modo asintomatico e, in tal caso, essere contagiose. Si stanno conducendo studi clinici ma è necessario più tempo per ottenere dati significativi.
I vaccinati e le persone che sono in contatto con loro devono continuare ad adottare tutte le misure di protezione anti COVID-19: UTILIZZO DELLE MASCHERINE, IGIENE DELLE MANI, DISTANZIAMENTO.

No, l'efficacia è stata dimostrata dopo due dosi del vaccino.

Gli studi clinici hanno dimostrato un'efficacia del vaccino circa due settimane dopo la seconda dose. Il massimo della protezione si ha, quindi, dopo questo periodo.

Le osservazioni fatte nei test finora hanno dimostrato che la protezione dura alcuni mesi, mentre bisognerà aspettare periodi di osservazione più lunghi per capire se una vaccinazione sarà sufficiente per più anni o servirà ripeterla.

No, chi effettua la prima dose con un tipo di vaccino COVID-19 deve ricevere il medesimo vaccino anche per la seconda dose.

La campagna di vaccinazione durerà a lungo prima di riuscire a coprire tutta la popolazione e, non sapendo se il vaccino protegge solo dalla malattia o se impedisce anche la trasmissione dell'infezione, sarà necessario che anche chi è vaccinato continui ad adottare comportamenti corretti e misure di contenimento del rischio di infezione: UTILIZZO DELLE MASCHERINE, IGIENE DELLE MANI, DISTANZIAMENTO.

Nel corso degli studi clinici sono state riscontrate alcune reazioni comuni dopo la vaccinazione, che spesso si manifestano anche con altri vaccini: ad esempio, dolore al sito di iniezione, affaticamento o mal di testa. Queste reazioni di solito passano in un giorno o due. Si possono verificare anche febbre, nausea o più raramente gonfiore dei linfonodi. Si tratta di reazioni non gravi, di entità lieve o moderata.
Per approfondire, puoi consultare la sezione dedicata alla Farmacovigilanza nel sito web dell'AIFA.

Se si presentano dei disturbi dopo la somministrazione del vaccino, è importante segnalarli immediatamente al medico di famiglia, oppure al Centro Vaccinale, al farmacista di fiducia o alla ASL di appartenenza.
È possibile segnalarli all'AIFA (Agenzia del Farmaco) anche direttamente, compilando la scheda disponibile sul portale AIFA - Segnalazioni Reazioni Avverse . La segnalazione sarà importante per proseguire nel monitoraggio della sicurezza del vaccino e per l'aggiornamento delle informazioni sul prodotto.

 

PER SAPERNE DI PIÙ: