ANTIBIOTICI E ANTIBIOTICORESISTENZA

Gli antibiotici sono farmaci in grado di uccidere o impedire la proliferazione dei batteri e curare le infezioni che colpiscono l'uomo, gli animali e talvolta anche le piante.

Gli antibiotici combattono le infezioni batteriche (come la polmonite da pneumococchi o le infezioni da stafilococchi).

Non esiste un antibiotico efficace contro tutti i tipi di batteri, ma esistono oltre 15 categorie diverse di antibiotici che si distinguono per struttura chimica e azione battericida. Un particolare antibiotico può essere efficace contro un solo tipo o più tipi di batteri.

Una volta che il medico abbia confermato la necessità di assumere antibiotici, è importante usarli in modo responsabile.

USO CORRETTO DEGLI ANTIBIOTICI

  • vanno usati solo se prescritto dal medico
  • seguire le indicazioni del medico sulle modalità d'impiego (orari, giorni, etc...)
  • quelli non utilizzati non vanno conservati
  • NON prenderli quando non servono, ad esempio contro il raffreddore o l'influenza. Non portano alcun beneficio!
  • usare gli antibiotici solo se specificamente prescritti dal medico e non quelli rimasti da una terapia precedente oppure ottenuti senza ricetta
  • chiedere al farmacista come smaltire i medicinali non utilizzati
  • se possibile, prevenire le infezioni attraverso le vaccinazioni

 

Gli antibiotici non rappresentano la soluzione per le infezioni causate da virus come i normali raffreddori o l'influenza perché sono efficaci solo contro le infezioni batteriche.

La diagnosi corretta e la decisione sull'impiego o meno degli antibiotici sono di esclusiva competenza di un medico.

 

IL PERICOLO DI UN USO INAPPROPRIATO

 

Usare gli antibiotici quando non servono o in modo non corretto può rendere i batteri resistenti ai successivi trattamenti. Si tratta di un rischio sanitario che riguarda non solo la persona che assume gli antibiotici in modo improprio ma anche chi sarà successivamente contagiato da questi batteri resistenti.

I batteri resistenti agli antibiotici rappresentano un pericolo per tutti perché causano infezioni che sono difficili da curare.
Se si assumono antibiotici con troppa frequenza, e in maniera impropria, si contribuisce ad aumentare la resistenza dei batteri agli antibiotici, che rappresenta uno dei problemi di salute più pressanti a livello mondiale.

Di conseguenza, se in futuro  si dovesse avere bisogno di antibiotici, potrebbero non funzionare più.
Automedicarsi con gli antibiotici significa non fare un uso responsabile degli antibiotici.

Automedicazione significa assumere antibiotici senza prima consultare un medico:

  • curandosi con antibiotici rimasti inutilizzati da precedenti cure
  • acquistando antibiotici in farmacia senza una prescrizione medica.