STRUTTURE RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI

Per accedere alle strutture residenziali e semiresidenziali per persone non autosufficienti, anche anziane (livello estensivo per le persone con disturbi cognitivi comportamentali gravi), è necessario che il soggetto effettui una valutazione multidimensionale (VMD).

L'unità di valutazione multidimensionale (UVMD) viene attivata, previa prevalutazione delle informazioni acquisite da parte dei competenti servizi distrettuali della ASL, a seguito della richiesta di attivazione del percorso, residenziale o semiresidenziale, effettuata dal medico di famiglia (medico di medicina generale) o dal medico ospedaliero (nel caso in cui il paziente sia degente in struttura ospedaliera).

I servizi sanitari distrettuali nei casi di urgenza, e comunque quando lo ritenessero necessario, possono segnalare alla direzione distrettuale di competenza la necessità di attivare l'UVMD.

La VMD è effettuata ordinariamente dalla ASL di residenza del soggetto. Nel caso in cui la persona sia domiciliata in una ASL diversa da quella di residenza, la valutazione del bisogno può essere effettuata, su richiesta della ASL di residenza, dalla ASL di domicilio.

La valutazione multidimensionale (VMD) si articola in due fasi:

  • la rilevazione diretta sull'assistito, durante la quale uno o più professionisti competenti per lo specifico bisogno raccolgono le informazioni
  • la valutazione delle informazioni raccolte, che viene effettuata collegialmente dalla UVMD formalmente riunita.

L'unità di valutazione multidimensionale (UVMD) effettua la valutazione del bisogno, esplorandone le varie dimensioni, e definisce l'ambito assistenziale adeguato al bisogno evidenziato.

L'UVMD, inoltre, per le persone non autosufficienti, anche anziane ha le funzioni di:

  • elaborare il piano di assistenza individualizzato (PAI)
  • individuare l'infermiere del servizio territoriale (case manager), referente per l'attuazione di quanto previsto dal PAI
  • procedere ad eventuali ulteriori verifiche del PAI (oltre a quelle già previste dalla normativa vigente) su segnalazione dell'infermiere del servizio territoriale (case manager)
  • rilasciare al paziente l'autorizzazione a fruire del trattamento mediante la compilazione del modulo  di autorizzazione al trattamento.

 

Cliccando sui punti indicati nella mappa si aprirà una finestra con l'indirizzo e il telefono delle strutture.

STRUTTURA ASL INDIRIZZO COMUNE POSTI RESIDENZIALI POSTI SEMIRESIDENZIALI
Villa Grazia Roma 1 Via F. Cherubini, 26 Roma 30 0
Italia Hospital Group - IHG Roma 5 Via Tiburtina, 188 Guidonia Montecelio 54 30
San Giovanni di Dio Roma 6 Via Fatebenefratelli, 3 Genzano di Roma 20 0
Salus Resanatrix Roma 6 Via Galloro, 12/16 Ariccia 0 30
RSA Santa Rufina ASL Rieti Via Salaria per l'Aquila, Km 91,800 Cittaducale (RI) 20 0
RSA Cori

ASL Latina

Contrada Valle Sugatti, 112 Cori (LT) 20 0