FARMACI EQUIVALENTI (GENERICI)

I farmaci equivalenti (chiamati anche generici) sono delle copie dei medicinali di "marca", uguali ma venduti a prezzi inferiori.
I medicinali equivalenti hanno infatti lo stesso principio attivo, la stessa quantità di sostanza attiva e la stessa forma farmaceutica (compresse, pillole, polveri, etc.) dei corrispondenti di marca.
Ciò che cambia è il nome della medicina ed il prezzo.

I farmaci equivalenti hanno un prezzo inferiore all'incirca del 20% rispetto ai medicinali di "marca" (chiamati medicinali di riferimento) come diretta conseguenza della scadenza del brevetto del principio attivo del medicinale innovativo. Il brevetto di un farmaco dura in genere dieci anni, allo scadere dei quali può essere prodotto anche da altre case farmaceutiche e immesso in commercio dopo essere stato autorizzato dall' Agenzia italiana del farmaco (AIFA) o dall'Agenzia europea per i medicinali (EMA).

La normativa prevede che un medicinale equivalente possa contenere eccipienti diversi da quelli del medicinale "di marca".
Gli eccipienti sono sostanze inerti e non hanno proprietà terapeutiche, la loro funzione è quella di rendere somministrabile un principio attivo, che è la sola componente del medicinale che svolge azione terapeutica.

Alcuni eccipienti potrebbero avere ripercussioni su alcune categorie di pazienti (ad esempio il glucosio sui pazienti diabetici, l'amido di grano in soggetti affetti da celiachia, aspartame in chi è affetto da fenilchetonuria): queste informazioni sono fornite dettagliatamente nel foglietto illustrativo al pari di tutti gli altri medicinali.

Tutti i farmaci equivalenti hanno stampata sulla scatola la scritta: Medicinale Equivalente.

LISTA DI TRASPARENZA, COS'È ?

 

Nella Lista di trasparenza curata dall'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) sono raccolti tutti i farmaci equivalenti immessi in commercio in Italia.

La lista di trasparenza contiene i farmaci equivalenti elencati per principio attivo e riporta, per ciascun farmaco, il prezzo di riferimento, ovvero la quota massima rimborsata dal servizio sanitario.

L'AIFA aggiorna costantemente l'elenco inserendo i nuovi farmaci equivalenti che vengono immessi in commercio (puoi consultare le liste di trasparenza AIFA qui)
La Regione Lazio recepisce le liste di trasparenza dell'AIFA e autorizza e regola la distribuzione dei farmaci equivalenti nel territorio attraverso le proprie liste di trasparenza (puoi consultare le liste di trasparenza della Regione Lazio qui).