Indietro

informativa-sulla-privacy

Informativa sulla privacy


Il consenso al trattamento dei dati (privacy) relativo alla consultazione online dei referti, deve essere dato ogni volta che effettuo un prelievo e vale per tutte le Asl del territorio regionale?

No, il consenso informatico al trattamento dei dati personali e sanitari (privacy), relativo alla consultazione online dei referti, è dato solo la prima volta che viene effettuato un prelievo presso una specifica ASL. Tale consenso vale solo in quella specifica ASL, fino ad esplicita richiesta di revoca dell'interessato, fatta direttamente presso la stessa ASL.

Se non acconsento al trattamento dei miei dati (privacy) relativo alla consultazione online dei referti, posso lo stesso vedere e stampare il referto?

No, per consultare e stampare ogni singolo referto occorre dare il consenso informatico al trattamento dei dati personali e sanitari (privacy) relativo alla consultazione online dei referti, presso la ASL dove è stato effettuato il prelievo.

Non desidero che i miei dati vengano trattati informaticamente quindi non sono interessato al servizio: a chi lo debbo comunicare?

L'adesione al servizio per la consultazione online dei referti è una scelta individuale e facoltativa. Pertanto i dati non saranno visibili online se non si dà il consenso informatico al trattamento dei dati personali e sanitari (privacy relativo alla consultazione online dei referti).

Avevo deciso di aderire al servizio, ma ho cambiato idea. A chi lo devo comunicare?

Se si decide di non aderire al servizio, dopo aver concesso il consenso al trattamento dei dati al momento dell'accettazione, è possibile revocare tale consenso, recandosi solo presso i sportelli CUP dell'ASL dove si è effettuato il prelievo.

La consultazione del referto online è sicura?

La consultazione del referto online è sicura; il referto digitale ha identico valore di quello cartaceo. Solo l'intestatario della ricetta può visualizzarlo (o chi ha la sua delega/autorizzazione). Il referto scaricato ha piena validità legale, perché firmato digitalmente, nel rispetto della normativa vigente. Il documento, che rimane conservato nell'archivio digitale della Regione Lazio, è protetto, secondo le modalità di legge e non può essere manipolato in alcun modo.