INFORMAZIONI PER CHI RIENTRA IN ITALIA DALL'ESTERO

Il Ministero della Salute, con l'Ordinanza dell'8 ottobre 2020, ha stabilito che all'ingresso in Italia (dopo soggiorno o anche solo transito) da BELGIO, PAESI BASSI, GRAN BRETAGNA, REPUBBLICA CECA, SPAGNA E FRANCIA intera è OBBLIGATORIO contattare il dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente per verificare il proprio stato di infezione, se positivo o negativo.

È consigliabile presentare un documento che attesti di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti all'ingresso nel territorio nazionale, ad un tampone naso faringeo con esito negativo.

 

Se, invece, non hai già fatto il tampone prima di rientrare,
è OBBLIGATORIO recarti quanto prima possibile (entro 48 ore dal rientro
in Regione) presso un qualunque

"DRIVE-IN" DELLA REGIONE o in un  CENTRO PER TAMPONI PEDIATRICI

portando la Tessera Sanitaria e la documentazione di viaggio/soggiorno e preferibilmente munito di ricetta dematerializzata.
 

  1. In attesa dell'esito del tampone rimani in isolamento presso la tua abitazione o dimora
  2. In caso di esito positivo, segui le indicazioni che ti verranno fornite dai medici o dal personale competente e collabora con gli operatori della ASL per rintracciare tempestivamente i tuoi contatti.

Per avere informazioni complete sulle regole da seguire per rientrare in Italia dai paesi dell'UE e dal resto del mondo vi invitiamo a consultare il sito Viaggiare Sicuri(Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale).


Libera circolazione tra regioni


Dal 3 Giugno 2020 è stata ripristinata la libera circolazione tra regioni ma rimangono attivi alcuni divieti.

Non sono consentiti spostamenti in ingresso e sul territorio del Lazio a:

  1. persone con sintomi da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) che devono rimanere presso il proprio domicilio, limitare al massimo i contatti sociali e contattare il proprio medico curante;
  2. persone che sono sottoposte a sorveglianza sanitaria attraverso l'isolamento fiduciario.