Briciole di pane

CAMPAGNA DI VACCINAZIONE ANTI COVID-19 - DOSE ADDIZIONALE

VACCINAZIONE ANTI COVID-19 - DOSE ADDIZIONALE PER PERSONE VULNERABILI

Il Ministero della Salute ha fornito le indicazioni per la somministrazione di una dose addizionale di vaccino anti Covid-19 con lo scopo di mantenere alto il livello di protezione. In Italia i vaccini autorizzati ad essere somministrati sono:

  • Comirnaty di BioNTech/Pfizer
  • Spikevax di Moderna

La dose addizionale va somministrata dopo almeno 28 giorni dall'ultima dose.

La Regione Lazio rende disponibile la dose addizionale di vaccino dando precedenza alle persone che presentano una delle seguenti condizioni:

  • trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva;
  • trapianto di cellule staminali ematopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l’ospite cronica);
  • attesa di trapianto d’organo;
  • terapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (cellule CART);
  • patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure;
  • immunodeficienze primitive (es. sindrome di DiGeorge, sindrome di Wiskott-Aldrich, immunodeficienza comune variabile etc.);
  • immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico (es: terapia corticosteroidea ad alto dosaggio protratta nel tempo, farmaci immunosoppressori, farmaci biologici con rilevante impatto sulla funzionalità del sistema immunitario etc.);
  • dialisi e insufficienza renale cronica grave;
  • pregressa splenectomia;
  • sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) con conta dei linfociti T CD4+< 200cellule/µl o sulla base di giudizio clinico.

L’AIFA ha pubblicato una lista, non esaustiva ma solo indicativa, dei principali farmaci immunosoppressivi da considerare ai fini dell’identificazione delle persone a cui può essere indicata la dose addizionale di vaccino anti covid-19.


L’accesso alla somministrazione della dose addizionale di vaccino può avvenire tramite:

  • chiamata attiva da parte dei centri regionali presso cui si è in cura;
  • punti di somministrazione ad accesso diretto;
  • medico di famiglia.

VAI ALLA PAGINA PER VISUALIZZARE LE PRENOTAZIONI ATTIVE E I PUNTI DI SOMMINISTRAZIONE